La letteratura come menzogna.pdf

La letteratura come menzogna

Giorgio Manganelli

Allapparire di questo saggio, nel 1967, la scena letteraria italiana si presentava piuttosto agitata. Lo spazio era diviso fra i difensori di un establishment che vantava come glorie opere spesso mediocri e i propugnatori della neoavanguardia. Manganelli fu assegnato (e si assegnò egli stesso) a questultimo campo. La sua letteratura rivendicava unascendenza più remota e insolente: quella della letteratura assoluta. Una concezione per cui la ricerca del vero risultava interessante, in quanto materiale per nutrire una finzione onniavvolgente quale è, nella sua ultima essenza, la letteratura. Questo saggio portava allo scoperto la natura menzognera della letteratura, analizzando autori come Carroll e Stevenson, Nabokov e Dickens, Dumas e Rolfe.

Compra La letteratura come menzogna. SPEDIZIONE GRATUITA su ordini idonei.

5.11 MB Dimensione del file
9788845919374 ISBN
La letteratura come menzogna.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.aprimopainters.net.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

La letteratura come menzogna, pubblicata nel 1967 presso l'editore Feltrinelli, si configura come una raccolta di venticinque brevi articoli e saggi incentrati su alcuni dei principali autori della letteratura straniera da Nabokov a Dumas, con un particolare focus sugli scrittori inglesi, tra cui figurano Carroll, Stevenson, Firbank, Peacock, Rolfe ecc. La menzogna, come già accennato nella recensione dell'opera di Torquato Accetto, è stata uno dei topoi nella ricerca artistica di Manganelli: queste pagine, suddivise con particolare eleganza secondo criteri di affinità o di analogia tematica o stilistica, si concludono in un ultimo capitolo che può senza difficoltà essere definito un manifesto della poetica dell'autore.

avatar
Mattio Mazio

„La letteratura sta alla poesia come la menzogna alla verità.“ — Umberto Saba. Origine: Da Quel che resta da fare ai poeti, Edizioni dello Zibaldone, Trieste, ...

avatar
Noels Schulzzi

Menzogna e sortilegio, il primo romanzo scritto da Elsa Morante, è un libro che ... Ma quest'influenza psicoanalitica sulla letteratura è, come si è detto, ...

avatar
Jason Statham

20/11/2020

avatar
Jessica Kolhmann

Quando apparve "La letteratura come menzogna" (1967), la scena letteraria italiana si presentava piuttosto agitata. Lo spazio era diviso fra i difensori di un establishment che vantava come glorie opere spesso mediocri e i propugnatori della «neo-avanguardia», i quali non si erano accorti che la parola «avanguardia» era stata appena colpita da una benefica senescenza.