Foucault.pdf

Foucault

Gilles Deleuze

Deleuze considerava Foucault il più grande filosofo contemporaneo. Alla morte dellamico gli dedicherà questo prezioso omaggio postumo, che rappresenta senzaltro la migliore lettura complessiva della sua opera. Si tratta di un testo simpatetico, di uninterpretazione intensiva, problematica e problematizzante, che si snoda attraverso le dimensioni del sapere, del potere e dei processi di soggettivazione, in cui Deleuze ci ha mostrato cosa significhi veramente pensare con Foucault, andando necessariamente anche oltre di lui. Qui le individualità dei due filosofi si amalgamano, si fondono, e facciamo il nostro ingresso in un territorio in cui non cè più nessuno che dica io. Perché - Deleuze ce lo ha insegnato - si pensa sempre in più duno, anche quando si è da soli. Quello che ne esce, è il sorprendente ritratto di un Foucault «metallico e stridente», che si rivolge direttamente ai problemi della nostra attualità, inventando gli strumenti che ci permettono di interpretarla, di capirla, e forse anche di cambiarla. Per aiutarci a comprendere il presente, con i suoi limiti, le sue degenerazioni, le sue linee di fuga.

Michel Foucault analizza il potere sopratutto come mezzo onnipresente e che si insinua negli individui. Ha una visione negativa del potere, dove quest'ultimo è visto e percepito come ineliminabile...

7.15 MB Dimensione del file
9788893141604 ISBN
Foucault.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.aprimopainters.net.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Foucault, Michel. - Filosofo francese ( Poitiers 1926 - Parigi 1984 ), prof. successivamente alle facoltà di lettere e scienze umane di Clermont-Ferrand ( 1964 - 68 ), Vincennes ( 1968 - 70) e, dal 1970, al Collège de France di Parigi. In una serie di studî ( Maladie mentale et personnalité, 1954; Histoire de la folie à l'âge classique, 1961, trad.

avatar
Mattio Mazio

Introduzione al pensiero Michel Foucault, nato nel 1926 a Poitiers, studiò filosofia e psicologia all'Ecole Normale Supòrieure di Parigi e, in seguito, lavorò presso istituti culturali francesi a Uppsala, Varsavia e Amburgo e nel 1970 ricevette la nomina di professore di storia dei sistemi di pensiero al Collòge de France. Morì a Parigi nel 1984. Che cos'è? Si tratta del grande pendolo sferico che fu appeso nel 1851 da Léon Foucault alla cupola del Panthéon di Parigi, per dimostrare con un esperimento l'esistenza della rotazione terrestre.Il pendolo di Foucault era costituito da una sfera pesante circa 28 chilogrammi sospesa alla cupola del Pantheon grazie a un filo lungo 67 metri.

avatar
Noels Schulzzi

Sep 15, 2019 ... Foucault's stylistic appeal is that of the simple, of the uniform, of the (I hate to actually say it) effortless. For myself, I crave the streamlined utility of ...

avatar
Jason Statham

Foucault, Michel Filosofo francese (Poitiers 1926- Parigi 1984). Insegnò successivamente nelle facoltà di Lettere e Scienze umane di Clermont-Ferrand (1964-68), Vincennes (1968-70) e, dal 1970, al Collège de France di Parigi. Acquista online da un'ampia selezione nel negozio Libri. Utilizziamo cookie e altre tecnologie simili per migliorare la tua esperienza di acquisto, per fornire i nostri servizi, per capire come i nostri clienti li utilizzano in modo da poterli migliorare e per visualizzare annunci pubblicitari.

avatar
Jessica Kolhmann

Paul-Michel Foucault nasce a Poitiers nel 1926 da una famiglia borghese in cui, per linea paterna, vantava ottimi chirurghi. Col padre però non andò mai d'accordo. A 14 anni studia in un collegio di frati e la madre lo avvia a studiare filosofia privatamente.